sabato 28 gennaio 2012

IMBOLC



I primi tiepidi raggi di sole brillano sul bianco manto ghiacciato della neve,
facendo risplendere su di essa una miriade di lucine dalle infinite sfaccettature iridescenti;così che quella bianca e candida distesa sembra risplendere di luce propria,ricoperta da mille cristalli luminosi che spargono tutto intorno la magia del loro scintillìo adamantino.



Nel lungo e freddo Inverno la Vecchina dalle mani e dal volto segnato e rugoso
ci ha portati per mano lungo il suo Buio Sentiero, che discende scosceso nelle viscere profonde della Terra,
Conducendoci nella sua buia Grotta,Ventre Materno Umido e Fecondo,dove bolle e ribolle Incessantemente il suo mistico Calderone di Vita,Morte e Rinascita.
Ma ora la Ruota sta nuovamente girando:e' tornato il tempo di Imbolc




La Terra e' ancora ghiacciata,l'aria e' ancora fredda,i giorni bui e corti.
Nel Focolare arde il Fuoco caldo e scoppiettante e nelle case bruciano bianche candele,che con la loro calda luce soffusa salutano l'argentea falce lunare.
Siamo nel mezzo dell'Inverno ma qualcosa sta cambiando....piano piano,impercettibilmente...




La Vecchina cede il suo posto alla Fanciulla,Bianca Vergine,
splendente Dea delle Sacre Acque,
Colei che veglia sul Sacro Fuoco e detiene i segreti del ciclo e del mutamento.
Giunti al punto piu' basso della Discesa inizia la Risalita,
e proprio nel mezzo del Buio piu' profondo nascono la nuova vita e la nuova luce.




E' giunto il tempo di riemergere,e' giunto il tempo di lasciare la nostra buia Tana.
Come gli animali del Bosco,che risvegliati dalla nuova brezza frizzante che si percepisce nell'aria,
lasciano il loro rifugio che e’ stato riparo e conforto nel freddo invernale,per riemergere nuovi e rigenerati.




Le Driadi,le Fate e gli Spiriti della Natura si risvegliano dal loro riposo sognante,facendo nascere le prime piccole e tenere gemme sui rami ancora spogli, mentre sotto la tiepida coperta ristoratrice della Terra,il piccolo seme giace nel buio umido.
Ma una nuova Energia già si sta muovendo,il calore dei primi raggi di
Sole giunge fino a lui, e una nuova scintilla di vita vibra nel profondo risvegliando nuove Forze .




Pian piano questo piccolo semino cresce e germoglia,mettendo piccole radici e nuove foglie,facendosi strada nella dura terra,fino a sbocciare in uno splendido,bianco,puro e profumato Fiore.




Un candido Bucaneve,che solo spicca su quel manto innevato, come un raro e prezioso Gioiello,che la Terra indossa, facendoci sussultare di stupore e di incanto,alla Magia della Nuova Vita e della nuova Luce,
che possono nascere solo dopo il buio e l'oscurità.
Antica e primordiale Magia che sempre è , e sempre si rinnova in un perpetuo ciclo di naturale perfezione.
Magia e Incanto che solo chi ha conservato un Cuore puro e un Anima Fanciulla puo' ancora ritrovare.




Immagini dal web.
Testo scritto da Syama.
Vietata la riproduzione anche parziale senza il permesso scritto dell'autrice.

1 commento:

Niviane ha detto...

Ma non sapevo avessi anche questo altro tuo spazio!!!
Complimenti, ho letto l'articolo, è molto bello.
La primavera è periodo di purezza e rinascita, e noi rinasciamo con Lei.

Un abbraccione grande grande :-*